FR EN DE ES IT PT

La versione 2.37 includerà due modifiche destinate ad avere un impatto notevole sulla generazione delle rune di forgimagia: l’aggiunta del sistema di focus per orientare la produzione di alcune rune e l’eliminazione dei malus di conversione delle rune.

 
 
 

Orientare la produzione di rune specifiche

 
Il paragrafo seguente riprende in parte le spiegazioni contenute in questo messaggio: http://forum.dofus.com/fr/1069-evolutions/2174103-modification-taux-conversion-runes-forgemagie-version-2-36?poid=11512145

Crediamo che i mezzi attualmente a disposizione dei giocatori per favorire la produzione di alcune rune (a discapito di altre) non siano sufficienti.

Prima delle modifiche apportate alla generazione delle rune nel 2015, la produzione di rune era garantita principalmente da alcuni oggetti specifici di livello molto basso che era possibile produrre e distruggere in gran numero senza diminuirne la resa. 
Dopo il cambio di sistema, è ancora possibile scegliere gli oggetti che si desiderano distruggere, ma la produzione e distruzione di massa di oggetti identici di basso livello non risultano più altrettanto profittevoli. 
Il sistema stesso scoraggia la distruzione di oggetti identici, incoraggiandone invece la diversità, e questo diminuisce moltissimo la possibilità di orientare la produzione verso rune specifiche (per rispondere a una determinata richiesta). 

In DOFUS, il verificarsi di casi di rune rare, variazioni di prezzo e penurie temporanee è voluto e fa parte dell’economia del gioco, ma è bene permettere ai giocatori di reagire e sfruttare le varie carenze, convertendole in opportunità economiche (che si traducono in attività e contenuti il cui rendimento varia nel tempo). 
Riteniamo che questa possibilità di rispondere a carenze specifiche al momento non sia abbastanza sviluppata nel sistema di generazione delle rune e il nuovo sistema di focus nasce proprio in risposta a questo bisogno.
 

Sistema di focus

 
Il sistema di focus introdotto nell’aggiornamento 2.37 permette ai giocatori di aumentare la generazione di alcune rune a discapito di altre. Ecco come funziona:
  • Nell’interfaccia di distruzione degli oggetti, è possibile scegliere un effetto generativo di rune (Forza, Intelligenza, ecc.) presente in modo naturale (e dunque non tramite FM esotica) nell’insieme degli oggetti da distruggere.
  • Selezionando un effetto per il focus, si genereranno solo le rune corrispondenti a tale effetto, ma in quantità maggiori. Il “peso” di tutti gli altri effetti generativi delle rune sarà convertito come “peso” dell’effetto prescelto per il focus con un malus del 50%.
  • Non vi è nessun effetto predefinito per il focus (funzionamento attuale).
  • Se il giocatore aggiunge un oggetto che non possiede l’effetto corrispondente al focus scelto in precedenza, il focus viene disattivato (ritorno al parametro predefinito).
  • L’elenco degli effetti da scegliere per il focus viene filtrato dinamicamente in funzione degli effetti comuni presenti sui diversi oggetti da distruggere (ad esempio, se gli oggetti da distruggere hanno in comune solo l’effetto Forza, l’unico focus possibile sarà quello sull’effetto Forza).
Esempio 
  • Il giocatore vuole distruggere:
    • 1 cappello con Forza 50 + Intelligenza 50 + Vitalità 100
    • 1 mantello con Forza 50 + Agilità 50 + Vitalità 100
  • Il sistema di focus proporrà solo gli effetti comuni a entrambi gli oggetti: Forza e Vitalità.
  • Se si sceglie la Forza, le uniche rune generate saranno le rune Forza per un “peso” equivalente a: 50 + 50 + ((70+ 70) / 2) = 170 perché la Vitalità ha un “peso" di 0,20 e si applica il malus del 50% al “peso" degli effetti diversi dalla Forza.
Questo sistema di focus permette di orientare la generazione delle rune e offre ai giocatori la possibilità di rispondere alle fluttuazioni della domanda e della disponibilità delle rune. Inoltre, permette di donare maggiore profondità al sistema di generazione delle rune, fornendo ai giocatori degli strumenti per massimizzare la generazione di valore e ottenere maggiore controllo sul mercato delle rune.
 

Soppressione dei malus di conversione delle rune

 
Nella versione 2.36, abbiamo ridotto i malus di conversione tra le diverse rune (trasformazione delle rune normali in rune Pa e poi in rune Ra).
Nella versione 2.37, abbiamo deciso di sopprimere totalmente questo malus di conversione.
Trasformare delle rune normali in rune Pa e Ra richiederà 3 rune (contro le 6 rune necessarie nella versione 2.36).
Nella versione 2.36, occorrevano 36 rune normali per ottenere 1 runa Ra.
Nella versione 2.37, occorreranno solo 9 rune normali per ottenere 1 runa Ra.
Apportiamo queste modifiche per ridurre il malus di conversione delle rune, che penalizza eccessivamente i tipi di rune che di solito vengono convertiti in rune superiori. 

 

Modifiche a lungo termine

 
La soppressione dei malus di conversione delle rune permetterà di aumentare la generazione di rune convertite, mentre il sistema di focus consentirà di incrementare la generazione delle rune più richieste.
Inoltre, il sistema di focus ridurrà sia le rune meno richieste (quelle su cui non sarà applicato alcun focus) sia il numero complessivo di rune generate nel gioco (c’è un malus del 50% applicato al momento dell’utilizzo del sistema di focus).
Al momento, è difficile prevedere quale impatto avranno queste modifiche sia a breve che a lungo termine. Un utilizzo massiccio del sistema di focus da parte dei giocatori potrebbe riequilibrare in modo duraturo il rapporto fra domanda e offerta delle rune, aumentando però i prezzi globali delle rune stesse.
La soppressione dei fattori che limitavano la forgimagia (poche rune carissime e “indispensabili” che parallelamente impediscono di consumare le altre rune) potrebbe contribuire anche ad aumentare il valore delle rune attualmente poco richieste.
 
Non è ancora necessario modificare globalmente (incrementandola o riducendola) la generazione delle rune (tramite un fattore comune a tutte le rune). Ma questa possibilità potrebbe essere considerata, nel caso le modifiche apportate con la versione 2.37 diminuissero o aumentassero eccessivamente il prezzo complessivo delle rune.
Poiché questo sistema è adattabile alle variazioni della domanda e dell’offerta, non ci sembra utile aumentare o diminuire specificamente la generazione di alcune rune.

 

Domande e risposte

 

Quando vale la pena utilizzare il sistema di focus?

Se i vostri oggetti comprendono un effetto le cui rune hanno grande valore e altri effetti le cui rune hanno scarso valore, potrebbe valer la pena utilizzare il sistema di focus per massimizzare la generazione delle rune di valore a discapito di quelle di scarso valore.
 

È indispensabile utilizzare il sistema di focus per generare del valore?

Il sistema di focus è un freno che permette di rispondere alla domanda e offrire nuove opportunità economiche ai giocatori. Più ampio sarà il suo utilizzo, meno sarà importante la sua efficacia (se l’offerta di rune risponde temporaneamente alla domanda, l’utilizzo del sistema di focus non sarà più necessariamente giustificato). Non si tratta dunque di un sistema indispensabile per generare delle rune, una volta che il mercato avrà raggiunto un equilibrio migliore.
 

Perché si applica un malus del 50% all’utilizzo del sistema di focus?

Senza un malus significativo, il sistema di focus avrebbe un funzionamento ottimale, che permetterebbe ai giocatori di generare qualsiasi tipo di runa senza pensarci due volte. Con questo malus, l’utilizzo del focus non diventa più automaticamente la soluzione ottimale. Preferiamo offrirvi varie scelte potenzialmente adatte, piuttosto che un’opzione predominante su tutte le altre.
 

Perché gli effetti aggiunti tramite la forgimagia “esotica” non sono selezionabili per il focus?

Desideriamo preservare le caratteristiche peculiari di ogni oggetto e ripartire meglio la domanda. Questo implica che non sia più possibile utilizzare un oggetto qualsiasi per generare la runa prescelta (avendo preventivamente aggiunto l’effetto desiderato con la forgimagia “esotica”).
 
Categoria: Game design