FR EN DE ES IT PT

La situazione è grave. Anzi, esplosiva! L'Ascesa dei Pergamanti non è gradita da tutti. Il Comitato della Magia e l'Inquisizione non vedono di buon occhio che si disponga degli incantesimi così, in piena libertà, senza regole né studi specifici. Djaïllat Koubiac e Brendo Welsh stanno per farne le spese. A meno che...

Al centro di una natura ricca e verdeggiante, allietata da una straordinaria varietà di Cipcip, giaceva un banale boschetto. Si rivelò meno banale nel momento in cui, all'improvviso, spuntò da lì un cannocchiale.

"Canaglie..."

Nell'obiettivo, un accampamento dall'aria militare, costituito da tre grandi tende rettangolari, era sorvegliato da due miliziani armati di lance.

"Allora è qui che li tengono prigionieri... strano, non distinguo né i colori di Bonta né quelli di Brakmar..."

Il cannocchiale fece un leggero movimento panoramico verso sinistra. Nell'obiettivo, appollaiata su un noce, un'Osamodas vestita come una Yop alzò il pollice in direzione del Cannocchiale di Avvicinamento. Dalla sommità del cespuglio emerse un braccio rivestito di pelo castano, che rispose all'avventuriera nascosta con un gesto della mano, pollice e indice uniti.

"Helgaga è al suo posto, ora sta a me entrare in gioco..."

Uno strano Tofu si mise a girare intorno al cespuglio. Aveva il cranio rotondo sormontato da una cresta rossa, degna della zazzera di uno Yop.

"E tu che diavolo ci fai qui?! Perché mi hai seguito? Torna dalla tua padrona! Sciò!"

Il Tofu sembrava divertito dalla situazione e voleva giocare con il suo amico travestito da cespuglio. Dalla sua tasca afferrò una carta. Sopra c'era la sigla LOLGDR e la fotografia di un bell'avventuriero Canideo, che sfoderava i suoi canini in un sorriso smagliante, con la legenda: Duncan MacCocker, Uginak fortunato, esperto tuttofare.

"Ridammela, stupido Pìu! Non è il momento di giocare! Sono in missione!"

L'Uginak uscì dal suo nascondiglio con una piroetta eseguita alla perfezione e si rifugiò subito dietro il tronco di una grande quercia, diritto come un palo. Il Tofu lo seguì divertito.

"Ci farai scoprire, stupido uccello! Torna da Helgaga!"

Duncan azzardò un'occhiata verso l'accampamento prima di lanciarsi in una rapida e furtiva corsa a ostacoli per avvicinarsi: fece lo slalom tra gli alberi, saltò un ceppo, continuò a quattro zampe per aumentare la velocità e terminò con una capriola in avanti per raggiungere un fosso a pochi kametri dal campo.. Si guardò intorno e pensò: "Tutto bene, mi sono liberato dell'uccello..." senza accorgersi che il Tofu gli stava appollaiato in testa, sull'osso che gli teneva legata la criniera selvaggia

*****

Djaïllat uscì ammanettato dalla tenda centrale, scortato da due miliziani. Lo portarono nella prima yurta, in fondo rispetto alla posizione di Duncan.

"È laggiù che devono essere tenuti prigionieri...", pensò.

Qualche istante più tardi, i miliziani ne uscirono con una Ladrurba vestita di rosa, come fosse un incrocio con un'Aniripsa.

"Brendo!"

Entrarono nella tenda centrale.

"Deve essere il luogo per gli interrogatori... ne approfitterò per passare all'azione e visitare la terza tenda...", si disse prima di uscire dal suo nascondiglio.

Prudente, sempre ignaro della presenza di un intrepido Tofu sulla sua testa, si avvicinò alla yurta e sbirciò dall'entrata. Non sembrava esserci nessuno. Proprio in quel momento sentì avvicinarsi dei passi. Duncan si tuffò nella tenda e si nascose dietro la prima cassa di legno che vide.

"Proprio come pensavo. Questa terza tenda serve da posto di stoccaggio e approvvigionamento."

I suoi pensieri furono allora interrotti da due voci all'esterno.

"... abbiamo abbastanza prove per prenderli."

"Cosa intende farne?"

"Vedremo, signor Dracfoy. Li aiuteremo."

"Uhm... so qual è il tipo di aiuto che voi altri dell'Inquisizione sapete dare. Non sono certo di essere d'accordo... non è molto... etico."

"Non è l'etica che l'ha condotta fin qui, caro signore? Una vocina, quella della morale senza dubbio, non l'ha spinta ad agirer? A non lasciare che questo popolo... questi vagabondi, sedicenti avventurieri, si impadroniscano di un sapere che non hanno meritato?"

"Sono d'accordo con la fine della sua frase, Padre D. Anone. Il resto spetta a lei. Le propongo di andare lì ora..."

Duncan saltò fuori dal suo nascondiglio, le mascelle serrate:

"Maledetti! Devo sbrigarmi..."

L'Uginak si mise a frugare in una cassa, mentre la sua agitazione faceva ondeggiare il Tofu che aveva sulla testa:

"Fabbricherò un fumogeno come diversivo. Ho avuto la fortuna di capitare nella tenda che serve ai rifornimenti, ora devo trovare i prodotti... (tira fuori la mano dalla cassa rivelando una damigiana) giusti! Ah ah! Tombola! Il solvente per legno che Djaï utilizza per il suo arco!"

Frugò di nuovo, mentre il Tofu veniva sballottato di qua e di là.

"Fantastico! Un antidoto ai veleni di Brendo! Ho due prodotti ricchi di permanganato di potassio... faranno da ossidanti. E come carburante... (cerca) dell'acqua ossigenata! Ho tutti i reagenti che mi servono per sprigionare una nebbia artificiale! Quanto a questa provetta, servirà da conteni... AAAH!!!"

Duncan sobbalzò quando il Tofu, dondolando in avanti, gli si parò a testa in giù a pochi millikametri dalla faccia! E lasciò cadere la provetta, che si infranse per terra...

"Ma bravo! E ora dove metto la mia miscela, stupido volatile?"

All'improvviso, le voci nella tenda accanto si fecero più forti e l'Uginak tese l'orecchio (letteralmente).

"È fuori questione! "Ci hai incaricate di condurre delle ricerche. La nostra indagine doveva permettere di prendere decisioni sul traffico di pergamene ed eventualmente di regolamentarlo..."

Duncan si girò verso il Tofu:

"Comincia a mettersi male! Devo darmi una mossa! Contano tutti su di me!"

Si guardò attorno cercando di mantenere la calma. Una freccia? Inutile. Un calzino? Uhm... quasi. Un Tofu?... un Tofu... l'animale scosse la testa.

"Purché funzioni!"

Duncan afferrò l'uccello, gli versò nel becco l'acqua ossigenata, poi l'antidoto e infine il solvente per il legno – al Tofu uscirono gli occhi dalle orbite e dalle sue orecchie si liberò un leggero vapore – poi l'Uginak fortunato tirò fuori dalla tasca del nastro adesivo:

"Tranquillo!" gli disse chiudendogli il becco con lo scotch. "Non rischi niente... o non dovresti."

Si tolse l'orologio meccanico portatile dal polso e lo fissò sull'addome del famiglio.

"Cronometro su 20 secondi: è il tempo che dovrebbe richiedere al permanganato di potassio per ossidare l'acqua ossigenata con una reazione di ossidoriduzione. Associata al calore del tuo corpo, l'acqua passerà dallo stato liquido a quello gassoso. Una volta... uhm... evacuata," (il Tofu lo guardò con una certa angoscia) "l'acqua si ricondenserà istantaneamente in fine goccioline d'acqua in sospensione, generando una nebbiolina bianca!"

Il Tofu tentò di esprimere il suo scontento urlando, ma riuscì solo a emettere un suono simile a un gridolino di scuiscuit. Duncan si precipitò all'entrata della seconda tenda, dove sembrava esserci una lite in corso:

"Non ne avete il diritto", esclamò una voce femminile.

"È per il vostro bene. Non sapete quello che fate", replicò una voce che sembrava appartenere a Padre D. Anone.

Duncan guardò un'ultima volta il Tofu:

"Te la caverai, OK? In questa lotta tra il Bene e il Male, tu stai per diventare un eroe!" L'Uginak posò un ginocchio a terra e si preparò a far rotolare l'animale. "Spero solo che tu non abbia un'alimentazione troppo ricca di potassio..."

Quindi lanciò il "proiettile" all'interno della tenda e si allontanò di qualche kametro. Tre secondi più tardi, udì il caos che aveva seminato. Proprio in quel momento Helgaga, circondata da uno sciame di Tofu con la cresta da Yop, arrivò correndo verso di lui e gli strizzò l'occhio, quindi si mise un foulard sul viso ed entrò. Duncan esultò, la lingua a penzoloni, e girò su sé stesso come un Peki. Ma le cose sembrarono prendere una brutta piega... la tenda prese fuoco! Quella che serviva da sala d'interrogatorio era divorata da fiamme violacee!

"Argh, stupido che sono! Ma certo che ha un'alimentazione ricca di potassio... mangia semi e radici di ogni tipo..."

Continua...

L'Ascesa dei Pergamanti è già disponibile in DOFUS!