FR EN DE ES IT PT

L'avventura è entrata nel vivo in DOFUS da quando Pandala ha un aspetto nuovo fiammante. Come se l'isola mitica del Mondo dei Dodici si fosse risvegliata dopo un lungo sonno... ad ogni modo, non fiondatevi a testa bassa come uno Yop nelle sue nuove trappole: leggete prima la visita guidata in sei... sette tappe dell' Agenzia Turista. Oggi ci prenderemo una breve pausa per visitare la fantomatica Isola di Grobe!

L'avete reclamata con grande ardore. L'isola maledetta... La vostra voglia di provare cose nuove non ha limiti, al punto da spingervi a rischiare la vita su queste terre che si trovano a nord-est di Pandala. Molto bene! L'avete voluto voi. Ma non disturbatevi a correre a piangere tra le nostre braccia, quando vi ritroverete faccia a faccia con i terrificanti spettri che infestano quel luogo!

LE ROVINE DEL PONTE

L'accesso all'Isola di Grobe può avvenire da Terradala, usando una barca controllata dal Nocchiero. La statua della fenice, che sovrasta il ponte in rovina, dà un assaggio del colore, perché si dice che aiuti alcune anime a ritornare nel proprio corpo. Vi diamo il benvenuto tra i morti.

 

L'ACCAMPAMENTO DEGLI SPIRITASSASSINI

Per mettere fine alla maledizione gettata dal Monte delle Tombe per mano del terribile Dark Vlad e che ha reso gli spettri pandaliani particolarmente aggressivi, alcuni abitanti dell'Isola di Grobe si sono dati un obiettivo: scacciare i fantasmi. Il loro modo di procedere è quantomeno radicale, perché consiste nel distruggere il legame che si è creato tra gli spettri e il Piano Materiale, cosa che ha l'effetto di bandire i redivivi. Più semplice di così.

Si narra che l'iniziativa sia nata da una Pandawa a cui Mu Ramasaavrebbe regalato una katana. Questo forgiatore, specializzato nella produzione di armi destinate all'eliminazione degli spettri, avrebbe fatto nascere in lei una voglia incontrollabile di prendere a calci questi fantasmi dal comportamento discutibile. In effetti, non fa mai piacere farsi insultare o sputare addosso da un redivivo che, quel che è peggio, ha spesso un'igiene orale piuttosto discutibile.

LA CAPANNA DEL MAOMAO NERO

Di solito si tende a credere che gli spettri brontoloni siano le creature peggiori che l'Isola di Grobe ospita. Nulla di più sbagliato! Nella parte bassa dell'isola si trova una piccola capanna ricoperta di bambù e nascosta tra le rocce. Se il Cuervoc dall'aria accigliata, appollaiato sulla sua statuetta di Maomao e mezzo nascosto tra la nebbia, vi riserva un'accoglienza tra le più gelide, non è nulla a confronto di quello che vi offrirà la proprietaria di quei luoghi... che si dice sia una strega... Stando alle voci che girano sul suo conto, sarebbe più morta che viva e in grado di contrastare, almeno temporaneamente, la maledizione del Dark Vlad. Insomma, una frequentazione da cui è meglio stare alla larga!

LA TOMBA DELLO SHOGUN TOFUGAWA

Altresì detto "il cavalcatore di bruma", questo Shogun fu l'ultimo signore della guerra del clan Tofugawa. Oggi, nella sua forma spettrale, comanda con il pugno di ferro un esercito di Mani pandawa diventati particolarmente aggressivi in seguito alla maledizione del Dark Vlad.

LA STRADA DEI MORTI

È possibile che vi siate già ritrovati su questa strada senza nemmeno saperlo. È invisibile e attraversa l'isola da un estremo all'altro, permettendo così alle anime dei morti di raggiungere il fiume Akeranzu, attraverso il quale passeranno poi nell'altra dimensione, dove potranno finalmente prendere la direzione più sicura fino al Mare di Polvere, che si trova nell'Externam. Un vero e proprio viaggio, che ci ricorda una volta per tutte che essere un'anima errante non è per nulla riposante!

Si dice che bere l'elisirprodotto dai Trapassanti metterebbe in condizione di riconoscere questa via. Se non siete pronti a ingurgitare una bevanda dal sapore dubbio, dovrete contare sulla vostra fortuna e sulla buona volontà della luna. Infatti, in alcune condizioni particolari, l'astro della notte fa apparire la strada...

 

LA CIMA MALEDETTA

È qui che sono cominciati tutti i problemi. Dall'alto di questa cima, che si trova a lato del Monte delle Tombe, il Dark Vlad ha gettato la maledizione che avrebbe fatto risvegliare, e allo stesso tempo fatto venire un diavolo per capello, alle migliaia di spettri pandaliani. Un tempo, la loro presenza non causava alcun problema, perché in effetti questi spiriti si accontentavano di proteggere le loro tombe. E va beeeene, ce n'erano un paio che, ogni tanto, per divertirsi, si mettevano a fare paura ai visitatori smarriti. Oggi, al contrario, è la maggior parte di loro ad attaccare chiunque si avventuri sull'isola... Pensateci bene, la prossima volta che vorrete svegliarli nel bel mezzo del loro sonno!

Il luogo, che ha l'aspetto dello Yop all'origine di questo flagello, è costantemente incendiato. Secondo alcuni, il fuoco verde che fuoriesce dalle rocce emette dei gas particolarmente dannosi. È per questo che è possibile accedervi solo dopo essersi equipaggiati con una Protezione Magica.

 

LA DIMORA DEGLI SPIRITI

Questo antico santuario dedicato alla dea del riso, Inali è infestato da alcuni Yokai tanto strani quanto spaventosi. La sua Guardiana, la Kitsun a nove code Kyumiho, pare che non abbia meno di 1.100 anni! Ciò le conferisce una certa autorità è le assicura il rispetto sia degli Yokai di Grobe, ma anche di alcuni Kitsù di Pandala.

LA FORGIA SEPOLCRALE

Non lontano dall'accampamento degli spiritassassini, sulle alture del Monte delle Tombe, si trova una forgia dai poteri sorprendenti. Si racconta infatti che anche la lama del più inutile dei coltelli per il burro, se forgiata in questo luogo, permetterebbe di vincere contro gli spettri dell'Esercito di Bruma. Per la cronaca, questi fantomatici guerrieri guidati dal defunto signore della guerra Shogun Tofugawa, sono dei Mani pandawa che, colpiti dalla maledizione gettata dal Dark Vlad, hanno la pessima abitudine di dare del filo da torcere agli ultimi arrivati... Il forgiatore alla base di questo processo straordinario è nientepopodimeno che Mu Ramasa, colui che ha ispirato la Pandawa all'origine degli spiritassassini.

LA PAGODA DEGLI DEI DEGLI ANTENATI

Questo tempio è stato eretto in onore di Emmelasutam, divinità degli antenati. Se vi viene voglia di dire un paio di preghiere per lui, dovrete solamente alzare la voce. Infatti, questa divinità è un po' dura d'orecchi, tanto da dover usare un cornetto acustico per meglio sentire le orazioni dei fedeli!

La nostra panoramica dell'Isola di Grobe è terminata! Come va? Tenete botta? Vi avevamo avvisati: brividi garantiti! Appuntamento alla prossima settimana, per la tappa finale della nostra piccola fuga: Piandala. Vi verranno svelati nuovi disegni e lavori di ricerca originali!

Nell'attesa, vi auguriamo buon soggiorno in terra pandaliana e non dimenticate: il Latte di Bambù va consumato con moderazione... e non è una buona idea svegliare uno spettro che dorme come un sasso di Alberagno!

Youtube
Gestione delle tue scelte sui cookie